top of page
  • Immagine del redattoreStudio Legale NC

Medici - Ferie - Indennità sostitutiva

La Suprema Corte di Cassazione ha ribadito, da ultimo con Sentenza 6/06/2022 Cass. n. 18140, che nel caso in cui il medico è collocato in quiescenza senza che il datore di lavoro lo abbia messo in condizione di usufruire delle ferie residue, lo stesso ha diritto a vedersi riconosciuta l’indennità sostitutiva delle ferie. La prescrizione è decennale e decorre dalla data di quiescenza, il diritto è trasmissibile agli eredi.

Sullo stesso solco la Corte di Giustizia Europea CGUE 611/18, C-619/16 e la nostra Corte Costituzionale sentenza n. 95/2016.


In altre parole, è salvo il diritto, alla cessazione del rapporto di lavoro, all’indennità sostitutiva, qualora il medico che non sia stato formalmente invitato dal datore di lavoro a fruire delle ferie. Non si tratta però di un semplice formalismo: richiamando le pronunce appena citate, il datore di lavoro deve altresì dimostrare di avere assicurato che l’organizzazione del lavoro e le esigenze del servizio cui il dirigente era preposto non fossero tali da impedire il loro godimento.


Un importante principio che si sta facendo strada negli ultimi anni, ancor più negli ultimi mesi, e che mette in condizione i medici che si sono trovati, o si trovano, in tale situazione, di richiedere il ristoro dei danni subiti innanzi al Giudice.


Lo Studio Legale NC collabora ormai da anni con l'associazione DI.PRO.ME. (Difesa Professione Medica), la quale ci ha segnalato questa problematica e la conseguente opportunità di ottenere un congruo risarcimento in sede giudiziale. Gli importi che potranno essere richiesti non sono di certo trascurabili (in alcuni casi il conteggio può arrivare a circa 70/80 mila euro), e variano a seconda della specifica posizione del medico.


Qualora siate interessati a presentare la domanda per ottenere il risarcimento dei danni, o semplicemente a ricevere maggiori informazioni, anche in relazione ai costi, potrete scrivere all'indirizzo mail dell'associazione DI.PRO.ME. - associazione.diprome@gmail.com, o telefonare al numero 06/86209415 (dal lunedì al venerdì, dalle 15:30 alle 19:00).

388 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page