• Avv. Antonin Chakargi

L'uso prolungato del cellulare può causare tumori - Sentenza della Corte d'Appello di Torino

In data 14.01.2020 la Corte d'Appello di Torino ha confermato una sentenza di primo grado del Tribunale di Ivrea del 2017, che condannava l'INAIL a corrispondere una rendita vitalizia da malattia professionale a un dipendente di Telecom Italia, colpito da neurinoma del nervo acustico. Questa decisione è però giunta in un contesto in cui la comunità scientifica non ha ancora in via ufficiale trovato una correlazione tra tali tipi di malattie e l'utilizzo del telefono cellulare, così come affermato circa un anno fa dall''Istituto Superiore della Sanità. L'uomo di 57 anni, Roberto Romeo, ha utilizzato nel tempo il telefono cellulare per circa 3 ore al giorno nell'arco di 15 anni, ed è invece convinto che vi sia una correlazione, così come stabilito dalla Corte d'Appello, tra l'utilizzo del cellulare e lo sviluppo di patologie tumorali: "Sulle scatole dei cellulari - questo il suo commento - bisognerebbe scrivere 'Se non usato correttamente, nuoce gravemente alla salute. Ecco cosa servirebbe. La sentenza di oggi contribuisce all'informazione sul tema e la questione riguarda anche i bambini, che sempre più utilizzano i cellulari. Lo Stato non sta informando, anzi".

42 visualizzazioni

© 2019 - Studio Legale Nangano - Chakargi - Via Lisbona 20 - 00198 Roma (RM)